Fondo perduto per progetti di ricerca e sviluppo

ricerca e sviluppo

Ambito Territoriale: Campania
Categoria merceologica: Servizi, Istruzione Università e Ricerca

ID Scheda 17053102

Emesso il seguente Avviso che ha come obiettivo principale quello di sostenere Progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, nonché di connesse attività di formazione per la creazione di una massa critica di capitale umano con profilo scientifico-tecnologico e attitudini imprenditoriali idonee a favorire i mutamenti tecnologici ed economici della Regione.

Il presente avviso è aperto ai:

  • DAT “Distretti ad Alta Tecnologia”: aggregazioni su base territoriale di imprese, università ed istituzioni della ricerca, guidate da un apposito organo di governo, focalizzate su un numero definito e limitato di aree scientifico-tecnologiche strategiche;
  • APP ”Aggregazioni pubblico-private”: Aggregazione composta da soggetti pubblici e privati con medesimo obiettivo di ricerca e sviluppo, dalla spiccata vocazione internazionale, di dimostrato interesse per il sistema delle imprese, di elevato impatto economico sul territorio della Regione Campania.

Soggetti beneficiari del presente intervento possono essere

  • il Soggetto Gestore dei DAT/APP: consorzi, società consortili, ATS, Reti di impresa che soddisfino le successive condizioni: abbiano proposto Studi di fattibilità presentati a valere sul titolo III dell’Avviso PON R&C 2007-213 di cui Decreto Direttoriale n. 713/Ric. del 29 ottobre 2010 e che siano stati approvati con Decreto Direttoriale n. 190/Ric. del 23 aprile 2012.
  • soggetti partner dei DAT/APP»: imprese e Organismi di ricerca qualificati alla data di pubblicazione del presente Avviso come consorziati/soci/mandanti/retisti dei soggetti Gestori dei DAT/APP/LPP così come definiti al punto precedente.

Il contributo concedibile per le attività di R&S svolte dalle imprese e dagli Organismi di ricerca privati varia in relazione alla dimensione di impresa.
Mentre, per le attività di R&S svolte dagli Organismi di ricerca e di diffusione della conoscenza pubblici, le agevolazioni sono concesse nella forma di aiuto alla spesa, per una percentuale nominale delle spese ammesse complessive fissata all’80%.


Condividi questo post